copertina

Dettaglio News
Questa è il comunicato selezionato. Per tornare all'elenco dei comunicati clicca qui.
02/05/2017 11.01.12
ITALIAN EXHIBITION GROUP: il Consiglio dŽAmministrazione approva il bilancio consolidato 2016. Crescono i ricavi; utile netto del Gruppo a 6,6 milioni di euro; raddoppia il dividendo distribuito ai soci
Approvati il bilancio dŽesercizio e consolidato al 31 dicembre 2016: Fatturato consolidato a 124,8 milioni di euro (112,8 milioni al 31 dicembre 2015); EBITDA 21,9 milioni (19,6 milioni di euro al 31 dicembre 2015); Utile Netto 6,6 milioni di euro (5,5 milioni euro al 31 dicembre 2015); Deliberata una proposta di dividendo della capogruppo pari a 18 centesimi per azione
. nota stampa

ITALIAN EXHIBITION GROUP: il Consiglio dŽAmministrazione approva il bilancio consolidato 2016. Crescono i ricavi; utile netto del Gruppo a 6,6 milioni di euro; raddoppia il dividendo distribuito ai soci

Approvati il bilancio dŽesercizio e consolidato al 31 dicembre 2016:
- Fatturato consolidato a 124,8 milioni di euro (112,8 milioni al 31 dicembre 2015);
- EBITDA 21,9 milioni (19,6 milioni di euro al 31 dicembre 2015);
- Utile Netto 6,6 milioni di euro (5,5 milioni euro al 31 dicembre 2015);
- Deliberata una proposta di dividendo della capogruppo pari a 18 centesimi per azione


Rimini, 2 maggio 2017 - Il Consiglio dŽAmministrazione di Italian Exhibition Group SpA, ha approvato il progetto di Bilancio 2016 e il consolidato. I dati si riferiscono al Bilancio consolidato pro-forma1 al 31 dicembre 2016, ovvero come se la nascita di IEG fosse datata al 1 gennaio 2016 e il conto economico esprimesse lŽintera attività delle aziende integrate nel corso dellŽesercizio.

Il Fatturato consolidato pro-forma di IEG al 31 dicembre 2016 è pari a 124,8 milioni di euro (+10,6% sui 112,8 milioni di euro del pro-forma 2015). Il Margine Operativo Lordo (EBITDA2) al 31 dicembre 2016 ammonta a 21,9 milioni (+ 11,7% sul 2015). LŽUtile Netto consolidato pro forma al 31 dicembre 2016 è pari a 6,6 milioni (+ 20% sui 5,5 milioni di euro del 2015).

Al 31 dicembre 2016 la Posizione Finanziaria Netta è negativa per circa 40 milioni di euro, con un ottimo rapporto tra volume dŽaffari e livello del debito, ovvero perfettamente affrontabile. La PFN rimane sostanzialmente invariata rispetto alla PFN congiunta al 31/12/2015 di Rimini e Vicenza, nonostante la distribuzione dei dividendi ai Soci pari a 14 milioni di euro, i costi della prima tranche dŽampliamento del quartiere espositivo di Rimini e le scadenze degli ultimi pagamenti per la costruzione del nuovo padiglione 7 del quartiere espositivo vicentino.

Nel 2016, IEG, nel complesso delle sedi espositive e congressuali di Rimini e Vicenza, ha totalizzato 59 manifestazioni, 216 tra congressi ed eventi, 14.593 espositori, sfiorando i 2,5 milioni di visitatori(3).

Dati che posizionano IEG al secondo posto tra le fiere italiane per volume di fatturato e al primo per manifestazioni organizzate direttamente e redditività del business.
Si tratta di un risultato eccellente, per volume del fatturato, superiore a quello che IEG aveva posto a budget per il 2016. Anche lŽutile ha mantenuto gli obiettivi e vengono rispettate le aspettative di distribuzione dei dividendi ai Soci. Un quadro che farà parte dei documenti di corredo alla futura quotazione in Borsa e che, nel mantenere il livello di fatturato e redditività, migliora le performance già ottime del 2015 e 2014.

Il management di IEG – in questo supportato dagli ottimi risultati del primo trimestre - è dunque confidente di raggiungere i risultati ambiziosi previsti dal budget 2017.

Sempre nel corso della seduta del 28 aprile scorso, il Consiglio dŽAmministrazione di IEG ha deliberato una proposta di dividendo ordinario pari a 18 centesimi per azione (9,46 centesimi il dividendo ordinario dellŽanno precedente e 6,5 quello del 2014) da sottoporre alla prossima Assemblea dei Soci.


1 Per bilancio pro-forma si intende il bilancio di Italian Exhibition Group SpA come se lŽintegrazione tra Fiera di Rimini e Fiera di Vicenza avesse avuto effetto dal 1 gennaio 2016 e quindi come se il bilancio esprimesse nel conto economico lŽintera attività svolta dalle due società nel corso del 2016. Per la modalità tecnica utilizzata per lŽintegrazione (conferimento dellŽazienda Fiera di Vicenza in Rimini Fiera), il conto economico effettivo della società esprime lŽintero 2016 di Rimini Fiera e i mesi di novembre e dicembre di Fiera di Vicenza,

2 LŽEBITDA è rappresentato dal risultato operativo al lordo degli ammortamenti. LŽEBITDA è una misura definita ed utilizzata dal Gruppo per monitorare e valutare lŽandamento operativo del Gruppo, ma non è definita nellŽambito dagli IFRS; pertanto non deve essere considerata una misura alternativa per la valutazione dellŽandamento del risultato operativo del Gruppo. La Società ritiene che lŽEBITDA sia un importante parametro per la misurazione della performance del Gruppo in quanto permette di analizzare la marginalità dello stesso eliminando gli effetti derivanti da elementi economici non ricorrenti. Poiché lŽEBITDA non è una misura la cui determinazione è regolamentata dai principi contabili di riferimento per la predisposizione dei bilanci consolidati del Gruppo, il criterio applicato per la determinazione dellŽEBITDA potrebbe non essere omogeneo con quello adottato da altri gruppi, e pertanto potrebbe non essere comparabile.

3 Le manifestazioni leader di Italian Exhibition Group SpA sono sottoposte a certificazione, tramite lŽistituto ISFCERT riconosciuto da ACCREDIA, secondo la norma ISO 25639:2008 Exhibition Terminology and Measurement


ITALIAN EXHIBITION GROUP SPA: FOCUS ON
Italian Exhibition Group SpA, la società nata dallŽintegrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza è presieduta da Lorenzo Cagnoni, con la vice presidenza di Matteo Marzotto e la direzione generale di Corrado Facco. IEG, che ha chiuso il 2016 con fatturato consolidato pro-forma di 124,8 milioni, un EBITDA pro-forma di 21,9 milioni e un risultato netto consolidato di 6,6 milioni, è il secondo player italiano per volume di fatturato con 59 prodotti in portafoglio (riferiti alle filiere Food & Beverage, Green, Technology, Entertainment, Tourism, Transport, Wellness, Jewellery e Fashion, Lifestyle & Innovation) e 216 tra eventi e congressi. Asset prioritario della Società è favorire lŽinternazionalizzazione di tali comparti rappresentativi del Bello e Ben Fatto nel mondo, partendo da una solida presenza nel mondo con già una joint venture negli Emirati Arabi Uniti e presenze in USA, Cina, India e Sudamerica. IEG svolge inoltre il ruolo di leader nazionale nel segmento convegnistico-congressuale. Nel 2016, IEG, nel complesso delle sedi espositive e congressuali di Rimini e Vicenza ha totalizzato 14.593 espositori, sfiorando i 2,5 milioni di visitatori.




Comunicato del 02/05/2017 11.01.12