copertina

Magazine mostra

Seleziona un articolo dalla lista sottostante o clicca qui per tornare all'archivio.

Rimini Trade Fair n. 26 - Marzo 2007

All'interno del magazine:


DORMIRE ALTROVE
Il cuore degli eventi collaterali di SIA GUEST è stato la grande mostra ´Dormire Altrove. Il design dei luoghi inusuali, dall´eros alle suite volanti´, organizzata da Rimini Fiera in collaborazione con la rivista Suite e curata dall´architetto Giuseppe Biondo con le installazione di nove progettisti di rilievo internazionale.

Giugiaro Architettura
Fusion Hotel
Un nuovo concetto di hotel fusion che nasce dalla commistione tra stili e culture diverse all´insegna della globalità proponendo riti tipici di altre culture e rendendoli familiari e allettanti al viaggiatore internazionale. Il tutto rivisitato attraverso l´utilizzo della tecnologia e di materiali innovativi e tenendo sempre a mente la tradizione.

Luca Scacchetti
La tenda, il sogno e la macchia color porpora
Un´oasi contemporanea dove riscoprire il valore del silenzio e allontanarsi dalla civiltà della fretta. Riferimento ai luoghi più inaccessibili come i campi tendati che in pieno deserto offrono servizi cinque stelle. Tutto è diafano, fantasmagorico e immaterico come in un sogno. Solo una piccola macchia rosso lacca sul pavimento.

Andrea Meirana
Wish you were here!
Il progettista cambia radicalmente il concetto di accoglienza a 7 stelle e offre un nuovo, particolarissimo spazio: il proprio. Il viaggiatore prenoterà il soggiorno nell´Albergo scelto, che, dotato di un piano dedicato, provvederà ad allestire la sua stanza, precedentemente smontata e spedita, grazie ad un sistema integrato di trasporti, logistica e allestimenti. Si potrà così ritrovare il proprio spazio in ogni parte del Mondo, dove l´albergo a 7 stelle avrà raggiunto questa ultima frontiera del lusso.

Marcello Ceccaroli
Il cielo in una stanza
Come Dennis Tito, miliardario americano che ha dato ufficialmente inizio al turismo spaziale e gli aspiranti astronauti del weekend dell´agenzia Virgin Galactic, qui il progettista ha cominciato a riflettere sulla possibilità di una vacanza tra le stelle. Una grande semisfera illuminata con fibre ottica simula lo spazio. Al centro della scena un letto di forma circolare sospeso dove l´ospite può ammirare l´universo da qualsiasi posizione.

Marco Piva
Luxury shell
Molto più di una semplice suite sottomarina, questo è il luogo dove sognare. Come all´interno di una conchiglia o di un sommergibile, corazza delle nostre emozioni, possiamo vedere i nostri desideri e i nostri sogni riflessi nelle immagini del fondo del mare.

King & Roselli
Tree house suite
È l´ultima moda che viene dal nord ma che spopola ormai dalle Hawaii alla Cina. Infatti gli Ôalberghi-albero´ stanno nascendo nelle isole del Pacifico così come in Tanzania, in Vietnam o alle Fiji.Personalissima l´interpretazione dei progettisti.

Simone Micheli
Cheap & Chic, l´hotel per il nostro tempo
Nell´era del low cost anche l´ospitalità richiede una nuova progettualità, un segno visivo di una nuova concezione dell´accoglienza, che non penalizzi la qualità del servizio né l´estetica e che sappia esaltare il rapporto tra personalità dell´ambiente, percezioni e funzionalità. Il progettista celebra il mondo dell´ospitalità attraverso lo spaccato di un futuribile hotel, definendo uno spazio anti-mimetico, emozionale e legato alla contemporaneità.

Studio 63
Love Hotel
Un´indagine sui nuovi spazi dell´eros che fanno della privacy la propria missione. Love Hotel è il luogo in cui ritrovare il benessere e l´equilibrio della coppia. È la devolgarizzazione della camera a ore, è il luogo dove non provare vergogna. È immaginazione, fantasia, straniamento dal tempo e dallo spazio. È il luogo dell´amore sano e fantasioso, dell´amore a 360°.

Marco Lucchi
Borderline
L´ospitalità è una continua provocazione, una costante ricerca finalizzata a dare nuova vita a spazi originariamente nati con le funzioni più disparate eccetto quella dell´accoglienza tradizionale. Il luogo della sensualità, dell´emozione, il luogo dove Ônon sentirsi a casa´, pensato per evadere dalla quotidianità. Almeno per una notte.